Catanzaro
 

Cis Catanzaro, anche il Comune di Borgia concorre con la realizzazione di un residence in bio-edilizia e la valorizzazione dell'area di Roccelletta

C'è anche il progetto di realizzazione di un residence comunale in bio-edilizia e valorizzazione socio-culturale dell'area di Roccelletta tra le proposte di Contratto di istituzionale di sviluppo che la Provincia di Catanzaro ha inviato a Invitalia Spa per l'avvio del procedimento di esame da parte del Presidente del Consiglio dei ministri o il Ministro delegato per la coesione territoriale e il Mezzogiorno che individueranno gli interventi per i quali si procede alla sottoscrizione di appositi CIS. Ricordiamo - si legge in un comunicato stampa - che i Contratti Istituzionali di Sviluppo (CIS) sono atti negoziali sottoscritti dal Ministro per la Coesione Territoriale, d'intesa con il Ministro dell'Economia e Finanze e da altre amministrazioni competenti, volti a eseguire interventi prioritari di sviluppo, soprattutto nelle aree svantaggiate e nel Mezzogiorno. La giunta comunale guidata dal sindaco Elisabeth Borgia ha approvato lo studio di fattibilità per la realizzazione di un ambizioso progetto per l'ammontare di 7.347.623 euro: l'area di intervento è ubicata a ridosso di Viale Cassiodoro e si trova a valle del parco archeologico Scolacium, è costituita da una zona prevalentemente pianeggiante con pendenza minima che declina verso il mare. L'area è suddivisa da una strada carrabile che attraversa l'intero lotto fino ad arrivare a costeggiare la spiaggia. Ancora oggi sono presenti sull'area delle piattaforme di fondazione in calcestruzzo che in passato sono state adibite a basamento di residenze stagionali in legno successivamente rimosse. L'area – è scritto ancora nel comunicato stampa - risulta inutilizzata e caratterizzata da vegetazione spontanea a crescita incontrollata. Il progetto prevede anche la realizzazione di un marciapiede pedonale, sulla destra per chi procede da Sud-Est a Nord-Ovest, caratterizzato da "totem": le sculture e gli alberi sono posizionati sopra un piedistallo circolare che funge anche da panchina e da una area a verde che si innalza in un tronco di cono, un richiamo all'arte alla cultura di cui Borgia è ricca.

"I Contratti istituzionali di sviluppo rappresentano una grande opportunità per i Comuni di avere a disposizione somme per la realizzazione di progetti di riqualificazione importanti per il territorio che, altrimenti, viste le scarsità di risorse su cui gli Enti locali possono contare, sarebbero difficili da immaginare – afferma il sindaco Sacco -. Il metodo adottato risulta particolarmente utile perché non sono stati semplicemente stanziati dei fondi, ma abbiamo avuto il sostegno del Governo e della Provincia nell'individuazione delle misure e delle modalità più opportune per spendere in maniera proficua le risorse pubbliche. Questo continua a rappresentare una problematica che affligge quotidianamente il Sud e la Calabria, i Comuni che sono l'ente più vicino ai cittadini, un presidio di legalità e prossimità, non possono essere lasciati soli".