Cosenza
 

Vaccarizzo Albanese (Cs): è stato fissato a 100 euro il minimo del contributo a nucleo familiare

Bonus alimentare, è stato fissato a 100 euro il minimo del contributo a nucleo familiare. La richiesta del beneficio da parte delle persone e/o famiglie in condizioni di disagio economico e sociale causato dalla situazione emergenziale Covid-19 dovranno pervenire entro martedì 7 aprile.

È quanto fa sapere il Sindaco di Vaccarizzo Albanese Antonio Pomillo ribadendo che possono presentare istanza di ammissione all'erogazione del buono i nuclei familiari, anche monoparentali, in gravi difficoltà economiche, senza un reddito disponibile adeguato e alcuna forma di sostentamento reperibile attraverso disponibilità adeguata di accumuli bancari o postali.

Gli interessati dovranno presentare domanda preferibilmente a mezzo posta elettronica, all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure a mezzo posta elettronica certificata all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Per chi ha difficoltà nella stampa del modello, nella sua compilazione o non è in grado di inviarlo via e-mail può chiamare il Centro Operativo Comunale (COC) di Protezione Civile e/o il soggetto gestore del progetto SPRAR di Vaccarizzo Albanese e riceverà le indicazioni necessarie o, se ricorrono i presupposti, gli verrà recapitato e/o successivamente ritirato a casa. I numeri da ritirare sono 0983/84001, 0983/84058 e 371-3400878. La domanda va presentata utilizzando l'apposito modello. Non bisogna recarsi al Comune per nessun motivo.

La formazione della graduatoria, sarà predisposta tenendo conto della presenza nel nucleo familiare di bambini fino a 6 anni, di portatori di handicap nel nucleo familiare, del numero di componenti, se il nucleo familiare possiede patrimonio finanziario disponibile (conto corrente/ bancario/postale) fino a euro 200; se il nucleo familiare risulti già assegnatario di somme di sostegno pubblico mensili (Reddito di cittadinanza, Rei, Naspi, indennità di mobilità, cassa integrazione guadagni, indennità speciali connesse all'emergenza coronavirus, altre forme di sostegno previste a livello nazionale, regionale o locale) e se percepisce redditi da lavoro dipendente e assimilati o autonomo su base mensile, il cui valore complessivo del nucleo familiare non supera i 500 euro/mese.

Gli assegnatari saranno contattati a mezzo telefono o email, con cui gli si comunicherà di essere beneficiari del bonus, l'importo dello stesso, le modalità per spenderlo e le modalità per il ritiro. Il buono spesa è una tantum e l'importo è determinato nella misura di 75 euro a componente del nucleo familiare con un minimo di 100 euro. Per ogni ulteriore informazione, gli interessati potranno contattare gli Uffici comunali dal lunedì al venerdì esclusivamente dalle ore 08,30 alle 13 al numero 098384001.