Cosenza
 

Coronavirus, dirigente scolastico ITI Monaco: "A Cosenza non tutti possono fare lezioni online"

LEZIONE ONLINEIl dirigente scolastico dell'Istituto Tecnico Industriale Monaco di Cosenza Giancarlo Florio si dice soddisfatto dalle performance rilevate nelle prime settimane di didattica on line chiarendo come intende gestire i finanziamenti erogati per l'emergenza coronavirus. ''I fondi governativi - spiega Florio all'Adnkronos -saranno utilizzati per i ragazzi che hanno difficoltà nella gestione delle attività didattica a distanza. Stiamo facendo un'analisi tramite i coordinatori di classe per vedere quali sono gli alunni che hanno bisogno di aiuti. Il problema non è tanto quello dei device, che gestiamo comprando computer o altri dispositivi e potenziando la linea con qualche giga in più, ma quello della connessione. Nelle contrade dei territori in cui manca la rete, come ad esempio Pedace, non essendoci linea è impossibile fare lezioni on line''. ''Abbiamo 1.200 iscritti, - ricorda Florio - quelli residenti in queste aree dove internet non c'è e quelli senza computer sono in totale circa 30. Un numero esiguo che contiamo di gestire, coprendo con i fondi che ci hanno inviato (circa 9.500 euro) le loro esigenze.

Altri finanziamenti che riceveremo riguardano i pacchetti per l'implementazione della didattica a distanza, che però non credo utilizzeremo perché era un'attività presente nell'istituto da due anni. Ciò ci ha consentito di formare più di 500 docenti della nostra e di altre scuole della provincia, quindi non abbiamo avuto particolari disagi in quanto gran parte di loro era già avvezza all'utilizzo di queste tecnologie. Presumo che sarà però difficoltoso iniziare il nuovo anno scolastico. Con classi da 28 studenti non si può mantenere il distanziamento''.