Cosenza
 

Rosato (IV): "Utilizzare i fondi del Mes per costruire ospedale di Cosenza"

Nell'ormai consueto appuntamento del venerdì, in cui esponenti di governo e della politica nazionale discutono della Calabria, ospite di Italia Viva è stato il Vice Presidente della Camera dei Deputati e Presidente Nazionale del partito Ettore Rosato.

L'incontro, - si legge in una nota di Italia Viva Calabria - voluto e coordinato come tutti i precedenti da Stefania Covello che è riuscita a mettere seduti al tavolo virtuale i rappresentanti del mondo dell'impresa e le forze sindacali e produttive della nostra regione, ha visto la partecipazione dei senatori Ernesto Magorno e Silvia Vono nonché dei Sindaci, degli amministratori e dei coordinatori territoriali di Italia Viva.

Ettore Rosato ha spaziato su tutti i temi dell'attualità politica e si è soffermato sulle esigenze della nostra regione.

In primo piano, il rilancio del Paese che dall'emergenza coronavirus deve trovare lo slancio e la forza per un grande piano di riforme che non è più rinviabile: la crisi economica è la vera emergenza del Paese ed il Governo deve essere più dinamico e fare la sua parte, anche coinvolgendo le forze d'opposizione.

Un ruolo strategico potrà averlo l'Unione Europea che finalmente è diventata un soggetto centrale e presente nella gestione comune della crisi e che ha messo in campo strumenti adeguati che dovranno essere utilizzati come il MES ed il Recovery Fund.

Contestualmente è necessario accelerare sul processo di semplificazione e mettere in quarantena la cattiva burocrazia, che rischia ancora una volta di fermare la ripresa e che sta già creando enormi problemi alle imprese a cui è necessario garantire un sostegno diretto e quindi più efficiente, anche in considerazione della lentezza delle procedure bancarie che ne stanno ostacolando l'azione e che dovranno essere attenzionate e velocizzate, anche con l'intervento della Banca d'Italia a tutela dell'interesse pubblico.

Il Paese ha bisogno d'investimenti, in settori strategici come il turismo che va sostenuto con grande forza. E' irrinunciabile concretizzare il Piano Shock voluto da Italia Viva e che il Governo si è impegnato a recepire, perché bisogna puntare sulla crescita e sullo sviluppo.

È necessario velocizzare le procedure per gli appalti perché l'edilizia rappresenta un volano di sviluppo ed occupazionale irrinunciabile e, allo stato, sono bloccati circa 120 miliardi di euro destinati ad opere pubbliche.

Infine il settore che maggiormente ha bisogno d'attenzione: la scuola. Su questo versante sono inaccettabili i ritardi del Paese, la scuola doveva essere il primo comparto a riaprire ed ancora non s'intravedono certezze per il nuovo anno scolastico che invece dovrà partire per tempo, in sicurezza, ma nella sua pienezza, anche accelerando sull'edilizia scolastica che in questi mesi dovrà procedere spedita.

Rosato si è poi a lungo soffermato sulle emergenze della Calabria, dimostrando una conoscenza profonda del nostro territorio. Ha sottolineato l'importanza strategica delle infrastrutture a partire da quelle stradali e ferroviarie che vanno potenziate e portate al livello del resto del Paese anche in termini di alta velocità e numerosità dei collegamenti. Ha ribadito il favore per le grandi opere con due priorità: il completamento della statale 106 e la costruzione dell'Ospedale di Cosenza per cui si potranno utilizzare i fondi del MES. Anche il ponte sullo stretto è un'opera strategica da promuovere e non va in nessun modo contrappostaalla risoluzione delle altre emergenze primarie del nostro sistema di trasporto che anzi è in grado di stimolare. In Calabria, più che nel resto d'Italia, il turismo dovrà rappresentare il primo motore della ripresa anche in considerazione della vocazione naturale del territorio e della situazione sanitaria, al momento, sotto controllo.

Italia Viva, ha concluso Rosato, impegnerà tutte le sue energie e le sue idee per il rilancio dell'Italia e del Mezzogiorno senza inseguire i sondaggi ma lavorando con pazienza per orientare la politica del Governo in direzione dello sviluppo e della crescita.