Cosenza
 

Morcavallo (Grande Cosenza): "Tolleranza zero contro ambulanti abusivi"

"La fase tre è iniziata e con essa anche la città di Cosenza sta provando a costruire un nuovo equilibrio per imparare a convivere con la realtà del Coronavirus. Sappiamo bene che è un percorso lungo e complicato, che riguarda il nostro modo di vivere, di lavorare e la nostra economia.

Negli ultimi giorni si sta registrando un fenomeno che va represso in maniera repentina. Parliamo degli ambulanti senza licenza, degli ambulanti abusivi. Il fenomeno ha assunto dei contorni INTOLLERABILI!

Assistiamo a camion che si fermano occupando fino tre posti macchina e poi piazzano il loro banco. Vendono di tutto, dal cibo, spesso frutta e verdura, al vestiario di dubbia provenienza. Da dove viene questa merce? Chi l'ha controllata? Che misure sanitarie sono state impiegate per fare le dovute verifiche?

Non usano sistema alcuno di distanziamento, né le regole minime di sicurezza richieste in questo particolare periodo. Oltre al fatto, non trascurabile, dell'occupazione abusiva del suolo pubblico.
Sappiamo bene che non tutti gli ambulanti sono abusivi, appunto è necessario fermare il fenomeno di chi pratica il mercato selvaggio, senza licenza o autorizzazione del Comune per il commercio in sede fissa o ambulante itinerante. La mancanza del pagamento delle tasse di concessione, di quelle per l'occupazione di suolo pubblico e per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, causano un serio danno all'erario, alle casse del nostro comune causando, quindi, un danno diretto ai cittadini. Minori sono le entrate del Comune minore sarà la capacità di pagare servizi come la nettezza urbana e la sicurezza.

Dobbiamo far capire alle persone che il rispetto delle regole è essenziale per rilanciare una convivenza basata su una maggiore sicurezza e tranquillità. È necessario comprendere che non dobbiamo acquistare prodotti che non hanno nessuna tracciatura e sicurezza. Sono, inoltre, un danno ingente all'economia di tutti quegli operatori del commercio, compresi gli ambulanti regolari, che rispettano le regole, pagano le tasse e hanno prodotti sicuri, che si tratti di cibo, vestiario o giochi per i bimbi.

I cittadini devono essere i primi a togliere il potere a questi manigoldi impedendo, traffici illeciti e rispettando le regole.

Insieme a questo va però rafforzato l'intervento delle autorità, dalla Polizia Municipale alla Guardia di Finanza, usando tutti gli strumenti possibili, come per esempio il Daspo come previsto dal decreto del 2018 in materia di sicurezza urbana, per evitare che peggiori un fenomeno che deve essere fronteggiato per migliorare la convivenza nella nostra città". Lo afferma in una nota Enrico Morcavallo, capogruppo de La Grande Cosenza.