Reggio Calabria
 

Reggio Calabria: Il DiGiES e Ismed salutano il Presidente Di Bella

Il direttivo del Laboratorio di ricerca e diffusione della Mediazione ADRMedLab - si legge in una nota - augura al presidente Roberto Di Bella di proseguire il suo prezioso lavoro presso la nuova sede alla quale sarà destinato mantenendo quello spirito di servizio che caratterizza il suo operato e che va ben oltre la mera attività giurisdizionale.

Abbiamo avuto il privilegio di far parte di quel movimento di pensiero e di azione che il Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria, sotto la guida del Presidente Di Bella, e la Procura di Reggio Calabria presso il Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria rappresentata dal Procuratore Dott.ssa Giuseppina Latella, ha da lungo intrapreso nell'ottica del contrasto all'illegalità, anche attraverso la sottoscrizione di numerosi protocolli con istituzioni ed enti.

Collaborare con il Presidente Di Bella e gli uffici di Procura in occasione del Progetto Ri-mediamo: oltre le sbarre è stata per noi un'occasione preziosa di crescita, nella quale abbiamo potuto confrontarci con un uomo dal grande spessore istituzionale e soprattutto umano.

Abbiamo toccato con mano la sua grande sensibilità e abbiamo visto nei suoi occhi l'entusiasmo di chi sa che la seconda opportunità passa dal superamento del conflitto (prima con sé stessi e dopo anche con la società) e dalla scommessa di offrire occasioni di formazione e inserimento nel mondo del lavoro, che da solo può garantire l'emancipazione da qualsiasi contesto di illegalità e marginalità.

Abbiamo iniziato insieme questo progetto con la sottoscrizione del Protocollo di intesa finalizzato alla tutela dei minori in situazioni di marginalità sociale e intendiamo portarlo a termine garantendo un sempre maggiore e costante impegno da parte dei professionisti Ismed e del DiGiES in persona, soprattutto, del Direttore Prof. Massimiliano Ferrara, consapevoli che promuovere progetti nell'ambito della mediazione dei conflitti significa combattere l'abbandono degli studi subito dopo il diploma e fortificare il senso di legalità.

Il nostro augurio più grande è quello di sentire ancora parlare del nostro Presidente nell'ambito di altre e nobili attività e iniziative a tutela dei minori e dei giovani.

C'è una Calabria che si impegna, ed è quella sulla quale il Dott. Di Bella ha scommesso, che è fatta di professionisti, educatori e imprenditori che, rifiutando la mentalità clientelare e del malaffare, hanno deciso di investire sul futuro, consentendo a dei giovani di pacificarsi e imparare una professione che li renderà protagonisti positivi della loro stessa vita. Un riscatto possibile, proprio come il Maestro Sacco ha dimostrato con la sua appassionata testimonianza alla lezione inaugurale. Nelle mani di quei ragazzi che si sono messi in gioco, passa la speranza di questa terra.